Massimo
Iosa Ghini

Massimo
Iosa Ghini

Spazi residenziali, commerciali e architettonici

Considerato uno dei maggiori architetti e designer italiani sulla scena del design internazionale, Massimo Iosa Ghini (nato a Bologna nel 1959) ha preso parte negli anni Ottanta alle innovative attività delle avanguardie del design, fondando il movimento culturale del Bolidismo e partecipando al gruppo Memphis di Ettore Sottsass.  Nel 1990 ha aperto lo studio Iosa Ghini Associati, che opera attualmente a Milano, Bologna, Mosca e Miami.

 

Esperienze internazionali

I principali lavori di interior design e architettura includono lo sviluppo a livello globale delle catene Ferrari Store e Kiko Store, la sede centrale di Capital Group a Mosca, la Casa Museo Giorgio Morandi a Bologna, la stazione della metropolitana Kröpcke di Hannover, la collaborazione con il Gruppo Cremonini per i punti Chef Express nelle aree di sosta delle autostrade e negli spazi aeroportuali, la recente linea di trasporto elettrico Marconi Express di Bologna, il Laboratorio Software di IBM a Roma, l’edificio residenziale Brickell Flatiron a Miami e i progetti in fase di realizzazione degli Starhotel E.C.HO. all’interno del Parco FICO.  

 

Ambasciatore del Design Italiano

Oltre ad aver insegnato all’Università La Sapienza di Roma, dal 2008 è docente a contratto presso l’Università politecnica di Hong Kong e l’Università di Ferrara, nel dipartimento di Architettura. Molti dei prodotti disegnati da Iosa Ghini sono esposti in collezioni museali e hanno ricevuto elogi e premi tra cui International Architectural Award dal Chicago Athenaeum, Good Design Award, Roscoe Award, IAI Green Design Award, iF Product Design Award e Red Dot Award. Nel 2013, la Triennale di Milano ha dedicato alle sue opere una mostra monografica, “From the beginnings to the sustainable present”. Nel 2015 il concetto dei negozi di Kiko Milano ha vinto il premio Best Retail Global Expansion in occasione del MAPIC 2014. Massimo Iosa Ghini, nominato Ambasciatore del Design Italiano e del Red Dot Network, membro attivo del Comitato Leonardo e membro effettivo dell’Accademia Clementina, ha ricevuto il Premio Marconi per la Creatività nel 2015. 

seguici